Lettera di Settembre

Cari amici che fate le adozioni,
accogliete i nostri saluti e quelli dei vostri e nostri figli orfani.
Dal 28 agosto al 1 settembre, abbiamo fatto la distribuzione dei viveri agli orfani. Voi non potete immaginare la gioia che ci manifestano sia i bimbi che i loro responsabili. Ci dicono ogni volta di ringraziarvi infinitamente. Nelle preghiere che noi facciamo ogni giorno prima della distribuzione, dovreste sentire le emozioni che noi stessi sentiamo in queste preghiere profonde e sentite sopratutto per chi è ammalato tra voi e per tutti quanti li aiutano. Siamo sicuri che le loro preghiere sono esaudite perché, secondo la Parola di Dio, le loro preghiere “penetrano le nubi e arrivano al cuore di Dio”.

La distribuzione comincia ogni giorno alle 8,ma gli orfani e i loro responsabili sono là già alle 6 del mattino. Questo vi dice quanto il vostro aiuto sia benefico e essenziale per vivere. Per gli orfani che studiano, prima di dare i viveri, noi domandiamo la pagella scolastica dell’anno trascorso per verificare se l’orfano è stato promosso. Questo ci aiuta a verificare l’evoluzione di ogni bambino a scuola. Noi approfittiamo di questa occasione per complimentarci con chi è stato promosso e per incoraggiare chi deve ripetere la classe.

Purtroppo ci sono anche dei casi spiacevoli che mettono in serio pericolo certi orfani. Ad esempio, una bambina che è rimasta incinta nei mesi scorsi. La seguiamo e quando metterà al mondo il bambino faremo di tutto per farle continuare la scuola.

Riguardo agli orfani che hanno ricevuto i viveri il 28 agosto: su 673 orfani in età scolare, 482 sono stati promossi, gli altri devono ripetere l’anno. L’anno scolastico comincerà l’11 settembre. Abbiamo già previsto la consegna del materiale scolastico e delle divise da dare la settimana seguente. Ognuno riceverà il materiale scolastico in funzione della classe che frequenta. Alla fine di settembre abbiamo già il programma delle visite alle associazioni degli orfani. Questo allo scopo di aiutare ogni associazione a migliorare la gestione delle sue attività.

Per quanto riguarda la situazione politica ed economica, restiamo sempre in attesa del dialogo tra i burundesi fuggiti all’estero e gli altri rimasti nel Paese. Purtroppo non vediamo segni di riconciliazione e quindi di collaborazione. Come alcuni di voi sanno già, Padre Luigi è in Italia per i controlli sanitari. Noi qui di Bujumbura-Kamenge, vi trasmettiamo l’invito che voi senz’altro avete ricevuto per una bella serata il 22 settembre a Santorso. Noi, anche se siamo assenti fisicamente, saremo con voi e vi auguriamo veramente che sia un piacevole incontro dove ricordare quanto di utile ed essenziale per la vita avete fatto per questa piccola periferia del mondo e per quanto potrete fare ancora per i nostri orfani. E insieme prepareremo per l’anno prossimo i 60 anni di sacerdozio, come avete visto da quella lettera.

Con affetto,
AnneMarie, Mariette, Jeanne, Agnès, Donatien, Léopold,P ilote De Dieu, Richard con Luigi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *